TRIESTE E DINTORNI

Classe 1977. Fra heritage experience, tessuti antichi, atelieristica, visual storytelling e ‘felici scoperte per puro caso’ sono co-fondatrice della piattaforma digitale Ambasceria Cult e fondatrice del brand Repertoire Collection.

Ho conseguito a pieni voti la laurea in architettura presso lo IUAV – Istituto Universitario di Architettura di Venezia e il Master di Secondo Livello “A.B.I.T.A. – Architettura Bioecologica e Innovazione Tecnologica per l’Ambiente” presso il Centro di Ricerca Interuniversitario fondato tra l’Università degli Studi di Firenze e altri Atenei italiani. Attualmente sto svolgendo a Bologna il Corso di Formazione Triennale in Arteterapia indirizzo Arti Visive e Performative presso Nuove Arti Terapie.

Mi sono sempre definita “architetto atipico” nella modalità con cui mi lascio costantemente contaminare da aspetti e conoscenze che solitamente non riguardano la mia professione in senso stretto.

Mi sono attualizzata approfondendo le mie competenze quale project and communication manager su settori specifici come brand heritage, visual storytelling, heritage tourism e social media strategy, attingendo da studi ed attività svolte nel corso degli anni durante esperienze professionali correlate a temi e settori quali: cultura dell’eco-sostenibilità, restauro architettonico, art empowerment, project management, atelieristica, lifestyle marketing, mobile photography, fine art e arte applicata. 

Conoscenze e competenze che sono state approfondite e arricchite nel corso degli anni in città come Venezia, Milano, Firenze, Verona, Pistoia, Bologna, ora Lubiana e Trieste (mia città natale, dove lavoro e vivo).

Sono da sempre convinta che solo chi è capace e preparato in direzioni diverse, ma integrate tra loro, attraverso un costante crossover disciplinare, possa essere realmente capace di affrontare le nuove richieste, sia a livello nazionale che internazionale, collocandosi così sul mercato in una modalità adeguata e soprattutto attuale. Sostenere e preparare i vari “attori” territoriali (professionisti, maestranze, imprenditori, istituzioni, aziende, artigiani, privati, associazioni, commercianti, creativi e artisti) in una direzione capace nel prevedere ed intuire nuovi scenari da pianificare in proiezione a medio e lungo termine. Anticipare e immaginare ipotesi future rendendole tangibili è un approccio questo che da sempre appartiene al ruolo dell’architetto.

 “È questione di cura e amore per i dettagli. È questione di design, sensibile”

+39 342 5481795 –  mp@ambasceriacult.it